Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2010

Scadenze presentazione 730/2010

Dichiarazione 2010 per i redditi percepiti nel 2009 da lavoratori dipendenti e pensionati:due le date di scadenza per la presentazione dei modelli 730/2010 stabilite dal Ministero delle Finanze.
I termini di consegna sono i seguenti:1) Venerdì 30 aprile 2010: se il modello 730 è presentato al proprio sostituto d'imposta;2) Lunedì 31 maggio 2010: se il modello 730 è presentato a un C.A.F. o a un professionista abilitato.Il lavoratore dipendente o il pensionato che ha percepito solo il reddito attestato dal Cud è esentato dal presentare la dichiarazione dei redditi.Si segnala che se si presenta al CAF il mod. 730/10 già integralmente compilato non vi sono costi da corrispondere per il servizio, il CAF è tenuto in ogni modo a controllare la documentazione e se conforme a vistarla e inviarla per via telematica all'Agenzia delle Entrate. Diversamente il CAF richiederà il pagamento di un compenso concordato in funzione del servizio svolto.Modello e guida alla compilazioneIn questa pa…

imposte dirette: Aliquote 2010

LE IMPOSTE DIRETTE
Le imposte dirette sono quelle che colpiscono la capacità contributiva del soggetto e quindi il suo reddito e il suo patrimonio. Esse sono tre: IRPEF, IRES e IRAP
L´IRPEF
L´IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche), è la principale imposta del nostro sistema tributario. E' personale perchè colpisce tutti i redditi prodotti dalle persone fisiche, progressiva perchè si applica con aliquote crescenti per scaglioni di reddito. Soggetti passivi sono tutte le persone fisiche, residenti e non nel territorio dello Stato (per questi ultimi l'imposta colpisce solo i redditi prodotti nel territorio dello Stato). Le aliquote IRPEF attualmente sono le seguenti: 23% da € 0 a 15.000,00
27% da € 15.001,00 a 28.000,00
38% da € 28.001,00 a 55.000,00
41% da € 55.001,00 a 75.000,00
43% oltre € 75.000,00 Per esempio, chi ha un reddito di € 20.000,00 applicherà sui primi 15.000,00 il 23% di trattenuta mentre la restante parte d…

Esigibilità Differita Dell’IVA (Per Cassa)

Per gli anni solari 2009, 2010 e 2011 è prevista l’applicazione della “esigibilità differita“ dell’IVA anche con riferimento alle cessioni e prestazioni effettuate nei confronti della generalità dei soggetti che agiscono nell’ esercizio d’impresa, arte o professione, con esclusione: delle operazioni effettuate da soggetti che applicano regimi speciali IVA;

delle operazioni fatte nei confronti di soggetti che assolvono l’IVA con applicazione del reverse charge. L’IVA, fermo restando il momento di effettuazione dell’operazione, risulta quindi esigibile al momento della riscossione del corrispettivo e non della fatturazione. Va evidenziato che, conseguentemente, l’IVA a credito risulta detraibile per l’acquirente/committente quando l’imposta diviene esigibile (al pagamento).La nuova disposizione prevede tuttavia che, decorso un anno dall’effettuazione dell’operazione, l’imposta diviene comunque esigibile a meno che l’acquirente/committente, prima di tale termine, non sia stato…

Delucidazioni su cos'è L'IVA

L’ Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) è un’ imposta introdotta e regolata dalla legislazione europea. La sua disciplina è quasi interamente contenuta nel relativo Testo Unico, ossia il Dpr 633/1972. La disciplina IVA è regolata a livello comunitario da dettagliate direttive, VI Direttiva CEE del 1977 e seguenti, allo scopo di rendere omogenea l’ imposizione indiretta in tutta l’ Unione Europea.L’ imposta sul valore aggiunto è un’ imposta che colpisce solo il valore aggiunto di ogni fase della produzione, scambio di beni e servizi.

LA DIRETTIVA RIFUSA
Il testo della Nuova Direttiva UE cd “direttiva rifusa” o VI direttiva 112/2006 costituisce una ricapitolazione sistematica delle precedenti disposizioni. Tuttavia il valore aggiunto reale della nuova direttiva deve rinvenirsi in primo luogo nella riscrittura delle disposizioni sotto il duplice profilo della “semplificazione” e dell’ “aderenza” al testo tradotto al paradigma ‘di servizio’; infine la collocazione delle disposizioni in titoli,…